Scicli: strade da rifare, in cima alla lista viale dei Fiori e contrada Catteto

Il sindaco Marino: “Consegnati i lavori, evitata la perdita del finanziamento”

Nella foto un tratto di viale dei Fiori
-Pubblicità-    

SCICLI – Di strade da rifare a Scicli ce ne sono parecchie. Lo sa bene il sindaco Mario Marino. Davanti a sé ha una lunga lista di interventi da effettuare che proverà a sfoltire il più possibile. E inizia a farlo.

Matita in mano, Marino cancella dal suo promemoria viale dei Fiori a Jungi e contrada Catteto: alcuni tratti di queste arterie stradali a breve verranno, infatti, riasfaltati.

Nella foto un tratto della strada di contrada Catteto

Insieme all’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Ignazio Mariano Pagano, – esordisce il primo cittadino – sono lieto di annunciare l’avvenuta consegna dei lavori. Si tratta di interventi lungamente attesi che, grazie alla nostra Amministrazione, verranno realizzati. A tal proposito, mi preme ringraziare gli uffici comunali preposti, in particolare l’Ufficio Tecnico”.

Nella foto Mario Marino

Queste opere di riasfaltatura, riguardanti porzioni del manto stradale particolarmente deteriorate – approfondisce Marino -, saranno realizzate tramite dei fondi stanziati da un Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 17 luglio 2020”.

Il Sindaco è particolarmente soddisfatto del risultato raggiunto, perchè “siamo riusciti ad evitare – commenta – la perdita di questo finanziamento con una delibera di Giunta il primo giorno di mandato, con l’obiettivo di garantire una viabilità sicura ed efficiente ai nostri concittadini e non. Il costo totale degli interventi è di euro 49.168,91.

Gli interventi in viale dei Fiori e in contrada Catteto rappresentano solo l’inizio di un più vasto programma, mirato a ripristinare la dovuta sicurezza di molte arterie stradali del territorio. È nostro preciso impegno, anche in questo ambito – termina Marino –, dare ai cittadini quel cambio di passo che hanno fortemente richiesto con il voto libero e democratico di tre mesi fa”.