Futuro cinema Italia, paure e rassicurazioni

Emiliano Inzirillo del PD: “Chiusura inspiegabile, grave errore dell’amministrazione Marino”. Il Consigliere comunale, Enzo Giannone, tranquillizza sui tempi di riapertura: “Molto presto il bando”

-Pubblicità-    

SCICLI – Vedere il cine teatro Italia al buio fa un certo effetto. Una scena quasi surreale, considerato, tra l’altro, che la chiusura coincida con le festività natalizie, periodo in cui il pubblico, per la maggior parte famiglie, affolla solitamente le sale cinematografiche.

Al momento è difficile stabilire con esattezza la data di riapertura. Non resta che sperare in una rapida selezione dei nuovi gestori, da individuare tramite un bandoancora in fase di redazione.

Molti cittadini faticano a spiegarsi come sia stato possibile arrivare a questo “triste” esito. Se lo chiede pure Emiliano Inzirillo del Partito Democratico, ospite dell’ultima puntata di “Città a confronto”. Il dem, nell’ultima parte della trasmissione, ha tirato in ballo la chiusura del cinema, provando a chiedere delucidazioni sul perché l’amministrazione Marino non sia riuscita ad evitarla. Per Inzirillo si tratta di un “grave errore”.

Al rappresentante del PD ha replicato il consigliere comunale di maggioranza, Enzo Giannone. Dall’esponente di “SiAmo Scicli” sono arrivate delle rassicurazioni sui tempi di riapertura: “Molto presto il bando con cui sceglieremo i nuovi gestori”. Intanto, così come affermato dallo stesso Giannone, qualcuno si è già fatto avanti:“Iniziano ad arrivare le prime disponibilità a prendere in gestione la struttura”.

Pubblichiamo in alto un estratto della puntata, durante cui Inzirillo e Giannone affrontano la questione cinema.