Presentato in conferenza stampa il Workshop di formazione politica “Civilitas”. Le interviste

Dal 29 settembre la "tre giorni" sarà ospitata nell'ex convento di Santa Teresa a Ibla. Tra i relatori gli sciclitani Venerina Padua e Bartolo Lorefice

382
-Pubblicità-

RAGUSA – Si chiama “Civilitas” il workshop di formazione politica promosso dall’associazione culturale “Prospettive Iblee” presentato questa mattina in conferenza stampa nei locali dell’Università a Ibla. L’iniziativa, infatti, è promossa in collaborazione con la Struttura didattica speciale di Lingue e letterature straniere, con il Libero consorzio comunale di Ragusa e con l’Agenzia nazionale per i giovani. Il corso prevede tre giorni di formazione (si comincia venerdì 29 settembre alle 15 presso l’ex convento di Santa Teresa a Ragusa e si prosegue sino a domenica 1 ottobre) suddivisi in quattro sessioni, con la presenza di docenti ed esperti provenienti da alcune tra le più rilevanti realtà nei temi oggetto della scuola. Gli obiettivi formativi che ci si pone sono quelli della sensibilizzazione al valore della cittadinanza e dell’impegno sociale e politico; la possibilità di offrire un’occasione di pensiero sui temi che stanno a fondamento dell’impegno sociale e politico; la sperimentazione di spazi di confronto. La scuola è rivolta a tutte le persone interessate e il numero massimo di partecipanti è fissato in trenta unità. Le iscrizioni entro il 28 settembre inviando i propri dati a prospettiveiblee@gmail.com oppure via sms al 339.4416272 entro il 28 settembre. A tutti i partecipati sarà rilasciato un attestato di frequenza.Questo percorso – ha spiegato stamattina in conferenza stampa l’avv. Nino Gentile in rappresentanza del presidente dell’associazione, il prof. Giuseppe Mariotta – nasce da un’esigenza della politica autentica di trovare le ragioni del proprio essere. Oggi, lo sappiamo, facciamo i conti con una crisi di carattere intellettuale ma anche culturale riguardo alla politica. Siamo grati alla facoltà di Lingue che ci ha fornito questa occasione”. Il presidente della Sds di Lingue, prof. Santo Burgio, ha tenuto a chiarire che “l’iniziativa nasce dalla spinta delle associazioni studentesche di diversa estrazione politica che hanno stimolato la nostra realtà affinché si creassero occasioni di dialogo che riguardassero i grandi temi politici, i partiti e la partecipazione, la comunicazione politica, il tema del lavoro e, inoltre, anche una giornata dedicata alla riflessione sul tema dell’immigrazione”. Ad aprire la scuola di formazione politica, venerdì pomeriggio, sarà la senatrice Venera Padua che ha collaborato per fare in modo che l’appuntamento potesse vedere la luce. “Oggi sono davvero pochissimi i giovani – ha sottolineato Venera Padua– che partecipano alla politica intesa nel senso più nobile del termine. Dalle conversazioni che abbiamo portato avanti, viene fuori l’esigenza di coinvolgere tutti, ma soprattutto quanti un domani ci rappresenteranno, e fare in modo che gli stessi possano reinnamorarsi della politica che è, lo ricordiamo, un’arte nobilissima perché si occupa della polis. Oggi la politica spesso viene disprezzata, a volte anche giustamente perché legata ad episodi deplorevoli. Però non possiamo dimenticare che ci sono molte persone che si impegnano in maniera appassionata mettendo anni e anni della loro vita a disposizione della comunità. Occorre far capire a ciascuno di noi che può essere bello parlare di politica perché la stessa affronta i problemi che ciascuno di noi, nel proprio quotidiano, vive”. Alla conferenza stampa di oggi erano presenti anche due relatori della scuola, Bartolo Lorefice e Chiara Facello, oltre a Giovanni Spadaro.
Associazione culturale “Prospettive Iblee”