Cavalcata di San Giuseppe, bardature d’incanto per le vie illuminate dai falò

Giuseppe Sarta (Associazione Patriarca, Folclore e Tradizione): "Stanchi ma soddisfatti"

767
-Pubblicità-

SCICLI – Uno spettacolo straordinario, unico, sono state tre ore d’incanto per i tanti turisti e visitatori che hanno assistito alla storica “Cavalcata di San Giuseppe”. Ogni anno migliaia di gente, sistemata lungo tutto il percorso assiste alla manifestazione folcloristica. Protagonisti sono i cavalli riccamente bardati con manti, realizzati tessendo fiori di violaciocca (u bàlucu), il fiore della primavera sciclitana. La festa rievoca la Fuga in Egitto della Sacra Famiglia. La Cavalcata di San Giuseppe inaugura la stagione della primavera ed la prima delle tre feste patronali di Scicli. Quest’anno sono state dieci le bardature “grandi” mentre quelle della categoria “Currere” sono state dodici. Il raduno di cavalli e cavalieri, vestiti in costumi d’epoca,  è stato davanti la chiesa di San Giuseppe. Sotto il sagrato della chiesa la carovana di cavalli, “vestiti” e non, hanno sfilato percorrendo via San Giuseppe fino a raggiungere Corso Garibaldi. Qui hanno compiuto ripetuti giri attorno a Piazza Italia dove erano sistemate le due giurie. La prima giuria per l’assegnazione del “Trofeo Conune di Scicli” era composta da Ray Bondin, esperto Unesco, Consiglio comunale di Scicli e dal prof.Franco Causarano. La seconda giuria per il “Premio stampa” era composta dai giornalisti: Franco Causarano, Marco Sammito, Alessia Cataudella, Marco Scavino, Ottavio Modica, Carmelo Riccotti la Rocca e Leuccio Emmolo. Intono alle 19.30 i cavalli bardati sono risaliti da via San Giuseppe per unirsi all’asinello della sacra famiglia. Subito dopo il passaggio per  alcune vie cittadine prima del ritorno in piazza Italia per l’assegnazione dei premi. In chiusura la sfilata finale  nel centro storico illuminato dalle luci dei falò.

Categoria bardature ‘Grandi’:

n.55 Gruppo ‘Devozione’
n.56 Gruppo ‘Balatelle’
n.57 Gruppo ‘Caselunghe’
n.58 Fumarie di Ficili Marina
n.59 Gurgazzi
n.60 Gruppo ‘Le Milizie’
n.61 Gruppo ‘La Fenice’
n.62 Gruppo ‘La Fenice’
n.64 Gruppo ‘Famiglia Donzella’
n.65 Gruppo ‘Famiglia Donzella’

Categoria ‘Curera’:

n.66 Portelli Guglielmo ‘Colle San Matteo’
n.101 Zisa Antonio
n.103 Spadaro Carmelo
n.105 Magro Angelo
n.107 Vaccaro Angelo
n.110 ‘Passione e Tradizione’
n.112 ‘Passione e Tradizione’
n.113 Gruppo ‘San Lorenzo’
n.115 Ruta Giuseppe
n.116 Cuffaro Salvatore
n.111 Sgarano Gabriel
n.106 Portelli Giuseppe Natalino