Scicli, a scuola in sicurezza: come si è preparato il “Q. Cataudella”

Intervista di Pinella Drago al dirigente scolastico Enzo Giannone

-Pubblicità-

SCICLI – Il “Quintino Cataudella”, l’istituto di istruzione superiore di Scicli diretto dal professore Enzo Giannone, si conferma scuola all’avanguardia.

In tempo di Coronavirus, quando le attenzioni vanno estese al massimo, la macchina è pronta a partire. Sarà una partenza a scaglioni e con orari di lezione a scartamento ridotto. Soltanto, però, per alcuni giorni.

Si inizia sabato, 12 settembre, con l’apertura dell’anno scolastico 2020-2021 per le prime classi. Da giorni l’Istituto è impegnato nelle lezioni di recupero che si concluderanno giovedì.

I due complessi scolastici di Jungi, la sede dei licei, scientifico e classico, e la sede dell’Itc con ragioneria e turistico, sono stati attrezzati già con la segnaletica di ingresso e con i percorsi interni.

In base alla segnaletica verranno organizzati gli ingressi e le uscite, i percorsi all’interno degli edifici scolastici, in alcuni luoghi sarà obbligatorio l’uso della mascherina, fra questi ci saranno i cortili dove si ipotizzano forme assembramento – spiega il preside Giannone – i banchi sono stati posizionati ad un metro ed oltre di distanza. Per la sanificazione abbiamo acquistato delle lava-asciuga oltre che degli specifici prodotti per sanificare gli ambienti”.

Pare che le procedure di ingresso e di uscita dalle scuole sia la questione più complessa, non è vero?

Proprio sì. C’è anche l’organizzazione della didattica che impegna moltissimo. Dopo i collegi a distanza, abbiamo iniziato le riunioni in presenza. Questo è molto importante”.

Ingressi ed uscite a scaglioni, quindi?

Sì, sabato entreranno in classe gli studenti del biennio mentre lunedì tutti quelli degli triennio. Le classi non entreranno tutti insieme ma a distanza di un’ora prima e di mezz’ora dopo. Noi tutti saremo sul campo”.

Nella foto il dirigente scolastico Enzo Giannone

Preside da giorni si parla di una novità che lei ha attivato al “Cataudella”, sarà una sorpresa o anticipa qualcosa?

Vabbè, anticipo la chicca di quest’anno. Abbiamo attivato la filodiffusione in tutte le aule ed in tutti gli ambienti della scuola – dice Giannone – come dirigente scolastico potrò comunicare con tutta la scuola, tramite un microfono potrò raggiungere tutti gli studenti e la scuola intera”.

Davanti agli ingressi degli istituti scolastici, a partire da sabato, ci saranno due pattuglie della Polizia Locale ed i carabinieri al fine di evitare forme di assembramento.

Per gli oltre mille studenti del “Cataudella” tutto è pronto. Ciò naturalmente al Dirigente scolastico Enzo Giannone, un professionista che dedica tutto se stesso a questa scuola, da anni gestita come un buon padre governa la propria famiglia.

E la conferma arriva anche in un momento delicato, quello della gestione della vita scolastica ai tempi del Coronavirus ancora più difficile che nella normalità quotidiana degli anni passati.