Incidenti sul lavoro, SBC punta l’indice contro imprenditori e politica

“Responsabilmente si agisca”

-Pubblicità-

SCICLI – L’incidente sul lavoro di alcuni giorni fa in contrada Arizza, che ha visto il grave ferimento di un operaio, caduto dall’altezza di circa 8 metri, ha spinto “Scicli Bene Comune” a chiedere più tutela per i lavoratori.

Ancora un incidente sul lavoro, questa volta a Scicli. Ancora una volta una persona – riporta una nota di SBC- è stata costretta a barattare la propria sicurezza e la propria salute per un lavoro. Salute e lavoro sono due diritti fondamentali a cui la nostra costituzione riconosce grande valore, importanza e necessità di tutela”.

SBC punta l’indice contro la classe imprenditoriale e politica. “Purtroppo i diritti dei lavoratori -si legge– vengono continuamente calpestati ed ignorati da una classe imprenditoriale incapace, indifferente e dedita al profitto e da un ceto politico connivente. La prima riesce a far profitto solo disattendendo i diritti di chi lavora, la seconda ha abdicato al suo ruolo di garante del rispetto delle leggi dello stato”.

“Il nostro paese -conclude la nota- è fra le dieci nazioni più industrializzate, ma che futuro avremo se, invece di investire su ricerca, innovazione, scuola, sanità e cultura le imprese, continuano a delocalizzare alla ricerca di Paesi, dove i lavoratori abbiano meno tutele ed il sistema politico in nome di una presunta governabilità, tende a comprimere i diritti dei cittadini”.