Tornano a muoversi i camminatori del gruppo “Pieri pieri pi Scicli”

Pomeriggi di pratica sportiva in compagnia

Nella foto (scattata da Ottavio Modica) il gruppo dei camminatori prima dello stop forzato dovuto all'emergenza sanitaria

SCICLI – Dopo quasi diciotto mesi di pausa, che ha visto una notevole limitazione dell’attività motoria a causa del Covid-19, il gruppo di camminatori “Pieri Pieri Pi Scicli” riprende la pratica sportiva, nel massimo rispetto delle regole imposte dal Governo, anche se in numero molto ridotto.

Ben sappiamo come tenersi in movimento, anche passata la bella stagione, è una delle esigenze per evitare le cosiddette malattie delle società economicamente sviluppate, precisando che l’attività fisica, per poter essere utile, deve essere costante nel tempo e che sia inserita stabilmente nelle abitudini quotidiane.

Un docente di scienze motorie, tra l’altro, membro del Consiglio Direttivo della Federazione Medico Sportiva Italiana, Gianfranco Beltrami, ha asserito, in un’intervista rilasciata ad un quotidiano nazionale, che “il cervello trae molti vantaggi dalla camminata. Aumenta per esempio la produzione di endorfine, che migliorano il benessere mentale, favorisce la socialità, fa diminuire l’ansia e lo stress”.

Nella foto (scattata da Ottavio Modica) il gruppo dei camminatori (in numero ridotto) tornato di recente alla pratica sportiva

Camminare all’aperto in inverno aiuta anche contro le malattie di stagione. Può essere anche un metodo per bruciare più calorie e iniziare a perdere un pò di peso, specialmente in chi è “corpulento” e non può praticare attività fisica a maggiore intensità.

In definitiva, a differenza della corsa, è un’attività alla portata di tutti. L’intensità e la continuità sono i segreti utili a ricavarne il massimo in termini di benessere.

Se l’attività fisica svolta con regolarità è un prezioso aiuto per la salute la pratica collettiva della stessa, in aggiunta, aumenta il benessere psicologico, contribuendo a sviluppare i rapporti sociali.

I pomeriggi programmati per le camminate sono: il lunedì, il mercoledì e il venerdì.

Si parte, al momento, alle 18, da un punto stabilito di volta e in volta. L’orario comunque è suscettibile di variazioni rispettando le esigenze di quelle persone che hanno impegni di lavoro. I percorsi, molto variegati, sono lontani dal traffico e dall’inquinamento, in modo da “ossigenare” meglio l’organismo e la mente.

Ottavio Modica