Scicli: polemiche su Tari e Idrico, Forza Italia punta l’indice sull’esecutivo cittadino

Diffusa in mattinata una nota molto critica

718
-Pubblicità-

SCICLI – Il tanto propagandato abbattimento delle tasse (TARI e IDRICO) sostenuto dall’attuale amministrazione, tra l’altro ratificato da un comunicato ufficiale di “Startscicli”, deve obbligatoriamente essere fortemente ridimensionato (numeri alla mano), nel rispetto dei cittadini sciclitani e della corretta informazione da veicolare; una bolla di sapone, giustamente definita una “magia contabile” con lo scopo di abbindolare un’intera cittadinanza, ignara dell’effettiva inconsistenza dell’operato del sindaco e dei suoi adepti. Non è nostra intenzione tediare il lettore snocciolando numeri, ma siamo pronti a dimostrare, come già fatto al cospetto dei revisori contabili, quanto da noi sostenuto in questa sede.

In tal senso è poco chiara l’effettiva intenzione dell’amministrazione di abbattere le tasse gravanti sui contribuenti e, a sostegno di ciò, occorre precisare che, in data 22-03-2018, Forza Italia con la collaborazione di M5S, ha presentato una proposta di deliberazione volta all’effettivo sgravio fiscale, consistente nell’azzeramento dell’aliquota addizionale irpef per le fasce meno abbienti (redditi inferiori a € 15000.00), con graduale aumento in relazione alle fasce di reddito; proposta, questa, che non è stata neanche presa in considerazione dall’amm.ne e, questo, dimostra ulteriormente la poca propensione del sindaco & c. ad accogliere proposte esterne al “ghetto amministrativo”.

Questa è la vera natura dell’attuale amministrazione, ghettizzata, chiusa in se, anche a dispetto della tanto decantata apertura, in campagna elettorale, capeggiata da una persona affetta da delirio di onnipotenza, piena di se, attorniata da “sudditi” trattati come burattini, incapaci di assumere decisioni autonome; in particolare, l’ultimo consesso, ha dimostrato quanto appena esposto, con l’ennesimo soliloquio del primo cittadino cittadino, che di fatto avocava a se la definizione di unico interprete politico indiscusso nel panorama sciclitano, sminuendo il ruolo sia dei partiti che dei rappresentanti istituzionali, apostrofando in pieno consiglio, in modo tutt’altro che elegante, un nostro dirigente e definendo come “una inutile perdita di tempo” i Consigli aperti, a nostro modo di vedere, invece, massima espressione della democrazia, appunto, democrazia, termine sconosciuto al Sindaco.

Noi non siamo stati e mai saremo sudditi di nessuno, crediamo fortemente nella democrazia partecipata, come unica strada maestra per la risoluzione di qualsiasi problematica comune.

Il Coordinamento direttivo Forza Italia Scicli