Il comitato Bruca all’Amministrazione: “Stagione estiva iniziata, si passi dalle parole ai fatti”

I residenti lamentano lo stato di grave abbandono e la carenza di attenzione verso la borgata

190
-Pubblicità-

SCICLI – La stagione balneare a Scicli è appena iniziata e di consueto turisti e villeggianti sono pronti ad affollare spiagge e borgate. Motivo che spinge i residenti di Bruca, in particolare del Comitato della frazione marinara, ad intervenire e a mettere in luce lo stato di grave abbandono e la carenza di attenzione dimostrata nei confronti della borgata. “Con rammarico dobbiamo prendere atto –esordisce la nota del Comitato Bruca- di come all’interlocuzione avviata con grande entusiasmo con l’attuale Amministrazione comunale non siano seguiti interventi concreti in risposta alle esigenze dei cittadini”. Il Comitato Bruca fa riferimento in particolare al sopralluogo effettuato, ben oltre un anno fa, sul territorio da parte dell’Amministrazione, accompagnata da alcuni funzionari del settore. “In quell’occasione –prosegue la nota del Comitato- sono stati esaminati i punti su cui intervenire per il rilancio della borgata con ampie rassicurazioni sulla prossima fattibilità̀ degli interventi concertati dei quali invece ad oggi non se ne è concretizzato nessuno”. Il Comitato Bruca aggiunge: “si assiste invece ad alcuni paradossi, come quello dell’ordinanza emessa dal Sindaco nel febbraio 2017 nella quale si obbligavano i proprietari delle case di Cava d’Aliga e Bruca ad allacciarsi alla fognatura a fronte di un impianto fognario mai messo in funzione dal Comune”. I residenti della borgata marinara sottolineano come “innumerevoli volte è stata richiesta la manutenzione della via Afrodite (tratto fronte mare) per garantirne almeno la percorribilità̀ pedonale in attesa che si concretizzi il progetto per il rifacimento della stessa”. Altra problematica rilevata dal Comitato Bruca è lo spreco d’acqua causato dalle perdite idriche dell’acquedotto in tutta la borgata. “Appare inoltre incomprensibile –prosegue la nota- come, a fronte di una stagione balneare già avviata, ad oggi non risultino ancora presenti le adeguate passerelle per l’accesso alla spiaggia né i cestini per la raccolta dei rifiuti lungo l’arenile, il tutto con grave disagio per i fruitori e per gli operatori del settore”. Il Comitato Bruca termina il suo intervento chiedendo all’Amministrazione di far seguire alle parole i fatti.