Scicli: definiti i primi coordinatori del progetto “Civici e progressisti”

Si tratta di Gianpaolo Aquilino (Articolo 1) e di Elisabetta Pacetto (Laboratorio Scicli)

Nella foto Gianpaolo Aquilino ed Elisabetta Pacetto
-Pubblicità-

SCICLI – Il nascente progetto “Civici e progressisti” comincia a prendere forma. Ieri sera nel corso di una riunione, alla presenza dei dieci consiglieri comunali, appartenenti a Start Scicli, Laboratorio Scicli, Scicli Bene Comune, PD, Città Aperta, e dei rappresentanti di Articolo 1, sono stati nominati provvisoriamente come coordinatori Gianpaolo Aquilino (Articolo 1) ed Elisabetta Pacetto (Laboratorio Scicli). Nei prossimi giorni saranno definiti le restanti figure del coordinamento. “I coordinatori Aquilino e Pacetto –si legge in un documento- invitano tutte le forze politiche ad usare toni pacati e rispettosi nei confronti di tutti i soggetti coinvolti nel nascente progetto, e di contribuire con proposte fattive e concrete per il bene della città. È evidente quindi, l’infondatezza delle accuse mosse a questo percorso –conclude il documento- che vuole essere una risposta concreta ed innovativa alle tante istanze della città con una visione aperta verso il futuro”.