Vaccini al “Niguarda” di Milano: l’infermiere sciclitano Bartolo Di Rosa in prima linea

Il 47enne di Scicli coordina i vaccinatori nell’hub lombardo

-Pubblicità-

SCICLI – A coordinare i vaccinatori all’ospedale “Niguarda” di Milano c’è l’infermiere sciclitano Bartolo Di Rosa. Lui da 23 anni opera nel principale hub lombardo e adesso è in prima linea nella somministrazione dei vaccini contro il Covid.

Di Rosa, 47enne di Scicli, è stato recentemente intervistato dal quotidiano “La Repubblica”. Nell’articolo a firma di Zita Dazzi, ha raccontato la sua esperienza lavorativa ed emotiva vissuta in queste fasi iniziali delle vaccinazioni al “Niguarda”.

A “La Repubblica” l’infermiere sciclitano ha dichiarato: “E’ una gioia grandissima vaccinare i colleghi, anche quelli che all’inizio erano scettici e che ora sono lì, in fila, tutti insieme, col braccio teso”.

Foto tratta da “La Repubblica”

Nell’intervista, rilasciata alla giornalista Dazzi, Di Rosa ha aggiunto: “Partecipare attivamente a questa campagna mi riempie di orgoglio, mi fa pensare a uno spiraglio di luce dopo tanto buio, dopo la paura, dopo tutto quello che abbiamo vissuto. Io dovrei coordinare i vaccinatori, ma sono così felice che ogni giorno mi metto io lì nei box a fare le iniezioni”.

Non solo il quotidiano “La Repubblica”. Bartolo Di Rosa è stato intervistato anche dall’inviato di Rai News 24. Nel corso del collegamento con il telegiornale, l’infermiere di Scicli ha fato il punto della situazione sulla campagna vaccinale, condotta nell’ospedale del capoluogo lombardo.

A inizio pagina vi proponiamo il video, tratto da Rai News 24, in cui Di Rosa è intervenuto durante un collegamento dal “Niguarda”.