Scicli, si “spazza via” l’emergenza rifiuti: operazioni di bonifica e pulizia del territorio

L’assessore all’Ecologia, Bruno Mirabella, ammonisce chi non ha differenziato correttamente nelle ultime settimane

-Pubblicità-

SCICLI – La città torna a “prendere ossigeno” dopo essere stata “soffocata” da montagne di spazzatura.

L’indisponibilità provvisoria della discarica di Cava dei Modicani a Ragusa, la non impeccabile differenziata dei cittadini e la gestione dell’emergenza da parte del Comune, per molti impreparato e poco reattivo di fronte al problema, hanno “gettato” Scicli nel caos rifiuti.

Da un paio di giorni è iniziato, però, un progressivo ritorno alla normalità: sono in corso delle operazioni di bonifica e di pulizia in tutto il territorio comunale.

Gli operatori ecologici della ditta, che gestisce il servizio di raccolta rifiuti in città, collaborati da alcuni dipendenti comunali e dalla Polizia Locale, sono al lavoro per rimuovere l’immondizia che, accumulandosi via via, ha sommerso i cassonetti e invaso i punti di raccolta, situati nelle borgate e nelle campagne sciclitane.

Chi in queste ore sta coordinando i lavori di rimozione dei cumuli di spazzatura è l’assessore comunale all’Ecologia, Bruno Mirabella. Da lui arriva un’ammonizione per i cittadini che non hanno differenziato correttamente nelle ultime settimane.

Il 90% del rifiuto abbandonato –esordisce Mirabella- arriva da chi non ricicla e non rispetta le regole”.

E’ da un paio di giorni che abbiamo iniziato a ripulire il territorio dall’immondizia, ci vorrà qualche settimana”, avvisa l’assessore.

La raccolta differenziata è un obbligo, -ribadisce- tutti gli utenti delle zone servite dal porta a porta non possono conferire nei cassonetti di periferia. Ogni utente deve lasciare i rifiuti correttamente differenziati davanti alla propria abitazione e qualora l’operatore ecologico non dovesse trovare il mastello esposto o individuasse delle anomalie, procede a segnalare ai vigili urbani”.

L’assessore Mirabella ricorda pure che per differenziare i rifiuti è vietato il sacco nero.

Voglio ringraziare, per il lavoro già svolto e per quello che ancora svolgeremo nei giorni a seguire, -ha concluso- gli operatori della ditta Tech, i dipendenti comunali, la Polizia municipale e il geometra del Comune DEC, Sebastiano Vasile”.