Scicli: finanziamento per la chiesa del Carmine

Interventi di restauro e salvaguardia

-Pubblicità-

SCICLI – Dopo il Convento del Rosario e la chiesa di Santa Maria del Gesù, i cui lavori sono in fase di aggiudicazione, un altro complesso religioso di Scicli potrà essere sottoposto a interventi di restauro e di salvaguardia.

E’ la volta della chiesa del Carmine che, insieme altre quattro chiese della provincia di Ragusa e di proprietà del Fec (Fondo Edifici di culto), riceverà un finanziamento.

Il restauro conservativo e l’adeguamento alle misure di sicurezza dei cinque edifici religiosi rientrano nel piano di interventi, per un ammontare di 1.910.000,00 euro, presentato dalla Prefettura di Ragusa per il triennio 2021-2023, sulla base di appositi elaborati tecnici, predisposti dalla Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali.

La Prefettura di Ragusa –si legge in un comunicato- ha ottenuto detti fondi sul totale di 95.713.925 euro, assegnati al Fec, gestito dal Ministero dell’Interno, nell’ambito del Piano Nazionale legato al Recovery Fund”.

E’ stato raggiunto l’obiettivo di un importante programma di interventi e di risultato, costruito, a partire dal 2019, con l’esecuzione di puntuali sopralluoghi ricognitivi e con la presentazione (nell’ambito del piano d’interventi per la conservazione del patrimonio Fec) di schede dettagliate di progetto, realizzate grazie alla collaborazione e professionalità della locale Soprintendenza”, viene sottolineato nella nota.

Le chiese che beneficeranno dei restauri oggetto del finanziamento –conclude il documento- sono tutte di rilievo storico-culturale e rappresentano pregevoli esempi di architettura barocca. Da anni necessitavano di interventi strutturali che, una volta effettuati, permetteranno un fruizione sicura dei monumenti”.