Scicli, al “Q. Cataudella” in arrivo l’indirizzo “Enogastronomia e ospitalità alberghiera”

A partire dall’anno scolastico 2021-2022

Nella foto l'attuale sede delll'Istituto Tecnico Agrario di Scicli
-Pubblicità-

SCICLI – Cambiamenti per uno dei sei indirizzi di studio offerti dall’istituto di istruzione superiore “Quintino Cataudella” di Scicli. A partire dall’anno scolastico 2021-2022 l’attuale istituto professionale dei servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, con sede in contrada Bommacchiella, sarà convertito in istituto professionale di Enogastronomia e ospitalità alberghiera. Il cambio di indirizzo è stato deliberato dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa con i poteri della Giunta, dopo la proposta avanzata dal consiglio d’istituto del “Cataudella”. “La proposta è stata accolta dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa –viene spiegato in una nota dell’ex Provincia- perché l’istanza era abbastanza circostanziata, considerato che il territorio di Scicli sia per l’effetto Montalbano che per i suoi monumenti barocchi, inseriti nella lista Unesco e patrimonio dell’Umanità, hanno favorito negli ultimi anni un’attrazione turistica notevole, pertanto, è apparso opportuno favorire una formazione scolastica indirizzata alla creazione di nuove figure professionali inerenti alla gastronomia e all’ospitalità alberghiera”. Il nuovo istituto professionale di Enogastronomia e Ospitalità alberghiera sarà ospitato nei locali dell’attuale Istituto Tecnico Agrario di contrada Bommacchiella. La struttura, situata alla periferia di Scicli, è stata ristrutturata di recente con le risorse del Pon Fesr Asse II ed è già dotata di tutte le aule e i laboratori necessari, comprese le cucine e gli strumenti di trasformazione dei prodotti agroalimentari, per l’avvio e il funzionamento del nuovo indirizzo scolastico in grado tra l’altro di accogliere ben 15 classi.