Musica, arte e barocco: l’estate a Scicli continua con “Vira”

Domani sera tre appuntamenti nel centro storico della città

-Pubblicità-

SCICLI – Sono diventati ormai un classico di questa estate i giovedì sera di intrattenimento e arte nelle vie barocche della città, organizzati da “Vira”. La rassegna di eventi, finanziata dalle attività ristorative e commerciali del centro storico, continua a gonfie vele, spinta dall’entusiasmo suscitato, settimana dopo settimana, nei turisti e residenti. Domani all’imbrunire, “Vira” è pronta a “illuminare” di nuovo l’anello barocco con tre diversi appuntamenti.In piazza Italia –spiegano gli organizzatori di “Vira”- tornerà la jam session ‘Variazioni d’Estate Vol.2’ con protagonisti musicisti professionisti e appassionati, tra formazioni consolidate o inedite, composizioni meditate o accese improvvisazioni. Non solo musica ma ci sarà anche spazio per l’arte con un nuovo appuntamento con Collettiv-Art. In diversi scorci del centro storico –continua lo staff di “Vira”- dei giovani artisti saranno impegnati in un’estemporanea d’arte, mentre delle tele bianche saranno a disposizione dei passanti che potranno riempirle con la loro creatività. Verranno inoltre proiettati i lavori più belli realizzati durante il lockdown all’interno del progetto virtuale promosso dall’associazione ‘Tecne99’ per stimolare la fantasia artistica durante la pandemia. Alle ore 20 da piazza Italia prenderà avvio poi la passeggiata guidata dall’associazione culturale Tanit Scicli per scoprire le luci, i colori e i profumi del barocco sciclitano. Il raduno –precisano gli organizzatori- è previsto davanti al Caffè Sicilia. Per la passeggiata bisogna munirsi di acqua, mascherina e scarpe comode. La prenotazione è obbligatoria (max 25 pax) su https://forms.gle/nrAqhm4kwijHRAzs8. Per ulteriori info contattare il numero 3389516460. Segnaliamo, inoltre, alle ore 19.30 al Chiostro del Carmine, -concludono gli organizzatori di “Vira”- la presentazione del libro ‘Alfio Antico. Il dio tamburo’, in presenza del protagonista e dell’autore, nell’ambito del preludio del Marranzano World Fest”.