Scicli: “Strada contrada Catteto ridotta all’osso, urge la messa in sicurezza”

Presentata un’interrogazione dal consigliere comunale della Lega Enzo Giannone

-Pubblicità-

SCICLI – La strada consortile ad uso pubblico di contrada Catteto, al km 2650 della vecchia provinciale Scicli-Sampieri, è ridotta ai minimi termini.

Tutto viene documentato dalle foto che il Consigliere comunale della Lega, Enzo Giannone, ha allegato in un’interrogazione consiliare presentata al Sindaco.

Nel documento inoltrato a palazzo di città, l’esponente leghista richiede una rapida sistemazione dell’arteria stradale, che ad oggi, nelle condizioni in cui versa, costituisce un serio pericolo per quanti la percorrono.

Le attuali condizioni della strada di contrada Catteto impongono un intervento rapido dell’Amministrazione comunale –afferma il consigliere comunale Giannone”.

L’esponente della Lega Scicli reputa necessario “procedere alla messa in sicurezza del manto stradale, così da scongiurare eventuali pericoli che esso provocherebbe ai mezzi in transito”.

Nella foto il consigliere comunale Enzo Giannone

L’arteria stradale in questione –prosegue- figura come ‘strada consortile aperta al pubblico’, pertanto l’Ente ha la responsabilità per la circolazione”.

Giannone sottolinea l’importanza dell’arteria stradale di contrada Catteto per il territorio. “Essa consente ai mezzi pesanti –spiega il consigliere comunale- di bypassare la via San Bartolomeo (a loro interdetta) per raggiungere le contrade Torre Palombo, San Giovanni Lo Pirato e Quartarella”.

Questa tratto –aggiunge- funge anche da collegamento con la strada artigianale, che da contrada Zagarone raggiunge contrada San Marco. Per questo motivo il flusso è notevolmente aumentato in quanto viene fruita da operatori artigianali che da Modica si recano, senza passare del centro della città, a Scicli o che proseguono per Donnalucata”.

L’esponente della Lega Scicli spinge per un intervento risolutorio per la strada “Catteto” in quanto “la scorsa estate il Comune ha provveduto a metterla in sicurezza solo tramite la sistemazione di materiale misto, portato poi letteralmente via dalle prime piogge”.

Ragione per cui il consigliere comunale propone all’amministrazione diutilizzare calcestruzzo e rete elettrosaldata, così come è stato fatto –conclude- per un altro tratto di strada nelle vicinanze dell’arteria danneggiata”.