Pista ciclo pedonale Donnalucata-Playa Grande, già raccolti 8 mila euro

Nei mesi scorsi si era costituito un comitato promotore formato da semplici cittadini e da associazioni sportive, culturali e socio economiche. In campo anche Fondazione Confeserfidi

-Pubblicità-

SCICLI – Prosegue la campagna di crowdfunding “Presenti together” dedicata alla realizzazione della pista ciclo pedonale che da Donnalucata si estenderà fino a Playa Grande. In appena tre settimane sono stati raccolti quasi 8 mila euro che serviranno come punto di partenza per la costruzione dell’opera.

Nella foto una parte del tratto stradale interessato dal progetto della pista ciclo pedonale

Nei mesi scorsi si era costituito un comitato promotore formato da semplici cittadini e da associazioni sportive, culturali e socio economiche (Fondazione Confeserfidi, Auser Scicli, Gli Amici del Pedale, Pieri Pieri pi Scicli, Giovani vite da amare nel ricordo di Dario Campo) che si erano resi disponibili a promuovere una raccolta cittadina di fondi attraverso una campagna di crowdfunding, appoggiata e favorita fin da subito anche dall’Amministrazione comunale.

Lo scorso lunedi 4 gennaio, il comitato promotore si è riunito per fare il punto sull’andamento della raccolta fondi e definire i prossimi step.

Presenti in rappresentanza del comitato: Giovanni Favacchio, Francesco Migliore, Thomas Cannella, il M° Marcello Giordano Pellegrino, Sandro Riccotti, Pino La Guardia, Bartolo Mililli, Renato Bonuomo, Martina Mililli e Rita Luciani che nell’esprimere grande soddisfazione per l’ottimo avvio dell’iniziativa hanno ribadito la necessità del fondamentale sostegno da parte della cittadinanza, consapevoli che solo con il contributo di tutti si potrà realizzare questa importante opera dalla valenza, non solo paesaggistica, ma anche turistica e sportiva, che sarà fruibile da tutti i cittadini di Scicli e non solo e che permetterà di godere di circa 2 km di costa in totale sicurezza.

“Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto -dichiara Francesco Migliore– ma è solo un punto di partenza. Speriamo in un aiuto anche minimo da parte di tutti coloro che hanno a cuore la città di Scicli in modo da inaugurare la pista ciclabile già i primi di aprile”.

Ricordiamo che si tratta di un’iniziativa unica, sicuramente la prima per Scicli, che può dare seguito a molti altri progetti simili”.

Conclude la tavola rotonda una riflessione del giovane Thomas Cannella in merito alle potenzialità del crowdfunding: “Il crowdfunding può diventare –dice Cannella- un potente volano di sviluppo, oltre che strumento di promozione turistica, anche per la nostra Scicli, che potrebbe fare di questo strumento una costante di riferimento, al fine di dare vita alle numerose idee e ai variegati progetti sociali e culturali portati avanti dai cittadini stessi, mossi e accomunati tutti da un unico grande scopo: migliorare il territorio, in nome delle generazioni presenti e, soprattutto, future”.

“È ora che i cittadini –chiude Cannella -si approprino della scena, divenendo i veri eroi protagonisti, in grado di vincere la sfida e superare l’ostacolo insieme”.