La “nuova” Casa delle Donne di Scicli apre le porte al pubblico

Sabato scorso l’inaugurazione

-Pubblicità-

SCICLI – La “Casa delle Donne” di Scicli ha spalancato, sabato scorso, le porte della sua nuova sede, ospitata nei locali dell’ex ufficio di collocamento di via Malpighi.

L’inaugurazione ufficiale degli spazi rappresenta un traguardo importante per l’associazione che punta a incrementare le sue attività a sostegno delle donne.

Al taglio del nastro hanno partecipato l’assessora Simona Pitino, che ha portato i saluti del Sindaco, e la presidente del Consiglio comunale, Rita Trovato. Nel corso della serata è stata anche nominata socia onoraria Annalisa Monteforte, imprenditrice e sostenitrice della CdD.

D’ora in avanti l’associazione opererà dunque nell’immobile di proprietà del Comune. L’edificio, che ha riaperto per finalità sociali, dopo anni di chiusura, grazie al “Regolamento comunale per la gestione dei Beni comuni”, è stato assegnato dall’amministrazione comunale alla Casa delle Donne nell’estate del 2020.

“A causa delle restrizioni dovute al Covid-19 – esordisce la presidente del gruppo, Melania Carrubbal’inaugurazione è stata più volte rimandata, ma le attività non si sono mai fermate”.

Da diversi mesi, infatti, è tornato operativo il ‘Punto Ascolto Donna’, proprio in via Malpighi n.1, previo appuntamento telefonico. Il servizio è attivo da aprile 2019 e fornisce un supporto a tutte le donne e in particolare alle vittime di violenza, con uno staff formato e qualificato”, ha proseguito Carrubba.

L’occasione è servita per mostrare al pubblico pure la Stanza del Riuso Solidale’. Si tratta un luogo nel quale si raccolgono e donano abiti, piccoli oggetti di uso comune, giocattoli e quanto necessario a donne e bambini. È stata inoltre allestita – aggiunge la presidente – la mostra dei lavori realizzati nella prima edizione del corso di cucito, che sarà visitabile anche durante le feste natalizie”.

Tante le iniziative in svolgimento e quelle in programma per il 2022, come l’area dedicata al bookcrossing, lo scambio gratuito di libri e i laboratori di lettura e scrittura creativa – termina Carrubba -, condotti da Lisa Pitrolo, che partiranno a gennaio”.