Elezioni politiche, a Scicli spunta l’Unione popolare

Martedì pomeriggio la presentazione nella piazzetta Strada Nuova, antistante la sede della "Casa del Popolo"

-Pubblicità-  

SCICLI – Elezioni Politiche, qualcosa si muove in città. A livello locale le bocce sono ancora ferme. Le forze politiche locali, fiaccate (forse) dal caldo, si muovono a giri ridotti. A sinistra si registra un pò di fermento.

Martedì, 2 agosto, a partire dalle ore 18:30, nella piazzetta antistante la sede della ‘Casa del Popolo’, in via Valverde 38, si terrà un’assemblea per avviare il percorso che porterà il 25 settembre l’Unione Popolare alle elezioni ‘Nazionali'”. Lo scrive in una nota Gianfranco Iannizzotto per Rifondazione Comunista Scicli.

Nella foto Gianfranco Iannizzotto

La stessa nota riporta che “all’iniziativa interverrà fra gli altri Simona Suriano che, insieme agli altri componenti del gruppo parlamentare ManifestA, a Luigi de Magistris (già individuato come capo politico), a ‘Potere al Popolo’ e a Rifondazione comunista, ha promosso la costituzione di una forza politica alternativa, sia alla destra che alla galassia situata intorno al PD, e che rappresenta la continuità con le politiche del governo Draghi”.

Questo processo – si legge ancora nel documento – era già iniziato prima della crisi, pensando alla scadenza naturale della legislatura. Ora si impone una accelerazione drastica ed è quello che ci accingiamo a fare con tutte le nostre forze senza derogare al rigore necessario nella individuazione dei candidati”.

L’intervento di Rifondazione infine evidenzia che “nel’Unione Popolare si potranno riconoscere tutte le persone che nutrono sentimenti antimilitaristi, anticapitalisti e che intendono schierarsi nettamente a favore dei lavoratori e delle persone più disagiate”.

Troveranno nelle sue liste persone che, con i loro atti concreti, hanno dimostrato il loro impegno a favore dei lavoratori, colpiti dalla crisi – conclude il comunicato -, dei cittadini, che hanno subito gli effetti della pandemia, e per una vera transizione ecologica”.