Scicli, “Possibili nuovi posti in asilo nido, il Comune utilizzi i fondi ricevuti”

Il circolo locale del Partito Democratico sollecita l’amministrazione comunale e chiede anche la riattivazione della cucina attrezzata di via Pietro Nenni

-Pubblicità-

SCICLI – Centoventi milioni di euro che il Governo ripartisce a quasi cinquemila Comuni italiani, al fine di incrementare il numero dei posti nei servizi educativi dedicati l’infanzia e per il raggiungimento del livello minimo essenziale delle prestazioni (LEP).

Tra i beneficiari c’è pure Scicli. A venirne a conoscenza il circolo locale del Partito Democratico che va subito in pressing sull’amministrazione comunale, affinché questi fondi vengano utilizzati il prima possibile.

Al Comune di Scicli – afferma il PD – sono stati assegnati 153.462,50 euro, per attivare venti nuovi posti di asilo nido, da aggiungere ai 39 esistenti”.

Il partito mette fretta agli uffici di palazzo “Palle”: “Occorre spendere le risorse messe a disposizione dal Governo centrale, per migliorare l’offerta di assistenza alle famiglie”.

Le richieste del PD non finiscono qui. “Chiediamo anche, come a più riprese fatto durante la passata amministrazione, che si riapra la cucina attrezzata di via Pietro Nenni, per dare agli studenti degli istituti – conclude il documento – un adeguato servizio di mensa scolastica.