Scicli: aggredì due vigilesse in estate, condannato a cinque anni di carcere

L’uomo è stato interdetto per lo stesso periodo della pena detentiva dai pubblici uffici e dovrà pagare una multa di 800 euro. Il sindaco Mario Marino: “Accolgo positivamente l'esito giudiziario della vicenda. Non posso che manifestare, ulteriormente, massima vicinanza alle vittime dell’aggressione e a tutto il corpo della Polizia Municipale”

-Pubblicità-    

SCICLI – Cinque anni di carcere e di interdizione dai pubblici uffici e una multa di 800 euro. L’ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ragusa ha emesso la sentenza di condanna per l’uomo che in estate aggredì due vigilesse di Scicli in servizio.

Il fatto risale allo scorso 3 luglio, quando l’aggressore sfogò la sua rabbia contro le agenti della Polizia Municipale per essere stato multato in precedenza.

Del verdetto del Gip si ha notizia oggi. Il sindaco Mario Marino si è espresso sull’esito giudiziario della vicenda.

La giustizia ha fatto il suo corso. A nome dell’amministrazione comunale e della città – scrive il primo cittadino -, accolgo positivamente la sentenza emessa e non posso che manifestare, ulteriormente, massima vicinanza alle due agenti e a tutto il corpo della Polizia Locale. Rinnovo ancora una volta i ringraziamenti ai Carabinieri della Compagnia di Modica per l’intervento in quella concitata giornata di luglio”.

Nella foto Mario Marino

La collettività sciclitana è e sarà sempre ferma e decisa nel condannare ogni atto, sia esso fisico che verbale, a danno delle nostre donne e uomini in uniforme. Questa amministrazione ha posto la legalità e il rispetto della legge – conclude Marino – come proprie stelle polari e la totale sinergia con le forze dell’ordine ne rappresenta il più autentico esempio”.