Scicli e la sua esclusione dal Parco degli Iblei, il Comune non ci sta e rilancia

“Chiediamo la riperimetrazione”

-Pubblicità-

SCICLI – L’amministrazione comunale si scrolla di dosso le critiche ricevute per l’esclusione di Scicli dal ‘Parco nazionale degli Iblei’. Il Comune non ci sta e rilancia chiedendo che si proceda alla riperimetrazione del Parco. “Siamo determinati –commentano da palazzo di città– nell’azione di tutela e valorizzazione del paesaggio e dell’ambiente. Per tale ragione qualche critica strumentale che arriva in queste ore nei nostri confronti ci lascia indifferenti in quanto già nell’agosto 2017 avevamo proposto l’inserimento di quella porzione del territorio all’intero della perimetrazione del Parco degli Iblei”.

Gli amministratori comunali precisano che “la riunione dei giorni scorsi alla ex Provincia Regionale di Ragusa, era riservata ai Comuni inclusi dal Ministero dell’Ambiente nella perimetrazione del parco. Nessuna disattenzione –proseguono da palazzo di città- può essere rimproverata alla Giunta di Scicli, né in questa né in alcun altra occasione, rispetto ai temi della salvaguardia ambientale”. La Giunta municipale aggiunge: “ribadiamo quanto abbiamo sostenuto nel 2017, riproponendo all’Assessorato Territorio e Ambiente regionale e al Ministero dell’Ambiente la ferma volontà di Scicli di rientrare, per le valenze economiche, ambientali e paesaggistiche, all’interno del Parco degli Iblei. Apprezziamo –conclude la Giunta Giannone- lo spirito collaborativo e propositivo del Comitato Salute e Ambiente, e per esso della presidente Tiziana Cicero, che con una nota ha partecipato al Comune la concreta opportunità di continuare nel lavoro già svolto inteso alla riperimetrazione del Parco”. Sulla questione è intervenuto anche il circolo di Legambiente “Kiafura” di Scicli.

Nella foto Alessia Gambuzza

Risulta che il Libero Consorzio Comunale di Ragusacommenta la presidente Alessia Gambuzzaha riaperto i termini per l’ampliamento del Parco degli Iblei. La ripetrimetrazione del Parco degli Iblei si palesa come una grande opportunità per Scicli. Il Circolo Legambiente Kiafura auspica che l’amministrazione metta in atto senza indugi –conclude Gambuzza- ogni possibile strategia per collocare i preziosi territori fluviali, costieri e interni di Scicli all’interno dell’istituendo Parco degli Iblei e si mette a disposizione per ogni intervento volto al raggiungimento dello scopo”.