Scicli: il Sindaco azzera la Giunta e mette in campo Nino Alecci e Guglielmo Scimonello

I due nuovi assessori prendono il posto di Ignazio Fiorilla e di Emilia Arrabito

Nella foto (da sx) Nino Alecci e Guglielmo Scimonello
-Pubblicità-

SCICLI – Il sindaco Enzo Giannone non perde tempo. A ventiquattrore dalle dimissioni dell’assessora Emilia Arrabito azzera la Giunta: toglie Ignazio Fiorilla e nomina i due nuovi assessori. Si tratta di Guglielmo Scimonello, in quota a “Città aperta/Lista Enzo Giannone Sindaco”, e Nino Alecci.

Scimonello si occuperà di Tributi, Borgate e Sport, mentre Alecci lavorerà su Manutenzioni, Servizio idrico, Autoparco e Protezione Civile.

Di seguito il quattro completo delle deleghe:

Nella foto Caterina Riccotti

Caterina Riccotti
Vicesindaco – Affari generali e del personale – Affari sociali e scolastici – Cultura e Turismo – Centri d’incontro – Politiche giovanili – Rapporti con il Consiglio Comunale.

Nella foto l’assessore Viviana Pitrolo

Viviana Pitrolo
Lavori pubblici – Mobilità sostenibile – Pianificazione territoriale – Rigenerazione urbana – Patrimonio – Edilizia privata (SUE) – Sviluppo economico (SUAP)

Nella foto Bruno Mirabella

Bruno Mirabella
Ecologia – Igiene Pubblica e Ambientale ; CED

Guglielmo Scimonello
Tributi – Borgate – Sport

Nino Alecci
Manutenzioni – Servizio idrico – Autoparco – Protezione civile

Nella foto Enzo Giannone

Il Sindaco si è riservato: Polizia Municipale – Sanità – Tutela degli animali – Finanze e tutto quanto non specificatamente attribuito

Ecco quanto riporta una nota del Comune:

Il Sindaco ringrazia l’assessore uscente, geom. Ignazio Fiorilla, per la costante disponibilità, l’impegno profuso e il lavoro fatto nell’anno e mezzo di incarico assessoriale, in rappresentanza della Lista ‘Enzo Giannone Sindaco – Città aperta’, ora rappresentata in Giunta dal neo assessore Guglielmo Scimonello. Il Sindaco confida nell’apporto che Ignazio Fiorilla continuerà a dare alla coalizione, anche alla luce dell’esperienza maturata”.

Il Sindaco ringrazia poi l’ex assessore Emilia Arrabito che ha scelto per motivi politici, in linea con il movimento dalla stessa rappresentata, di non condividere la necessità, affermatesi nella coalizione di ‘Civici e progressisti’, di rafforzare e consolidare la relazione tra maggioranza consiliare e rappresentanza in Giunta.

E’ importante e nobile infine avere in Giunta un uomo come Nino Alecci, da anni al servizio dell’intera comunità, pronto a collaborare e ad essere presente per qualsiasi bisogno, un ‘cittadino modello’ che non appartiene a nessuna parte politica ma appartiene alla città intera, la cui statura morale è esemplare per tutti noi e che incarna al meglio lo spirito della ‘Rivoluzione gentile’”.

“A circa un anno dalle prossime elezioni, –dice il Sindaco nella stessa nota diffusa dal Comune– la coalizione di ‘Civici e progressisti’ è più che mai pronta ad affrontare con il consueto spirito di servizio tutte le problematiche della città, in un momento così difficile quale quello della pandemia in corso, portando a compimento le azioni amministrative già programmate”.

“E ripresentarsi così agli elettori per essere giudicata, in serenità e trasparenza, per la continuazione, nei successivi cinque anni, del progetto di governo della comunità sciclitana, improntato al “civismo democratico”, aperto a tutte le istanze che dal basso -conclude la nota- si muovono in direzione della vera partecipazione e  del radicale cambiamento”.