Differenziata, l’assessore Mirabella: “Superato il 70% ad agosto”

Il titolare dell’assessorato comunale all’Ecologia adesso punta a ridurre i volumi dell’indifferenziato del venerdì. Annunciata nuova stretta contro l’abbandono dei rifiuti sul territorio

-Pubblicità-

SCICLI – Nonostante qualche piccolo intoppo avuto questa estate, la raccolta differenziata a Scicli è riuscita a mantenersi a livelli medio-alti. Anzi, ad agosto, stando a quanto comunicato nelle scorse ore dall’assessore comunale all’Ecologia, Bruno Mirabella, la percentuale di rifiuti differenziati ha superato il 70%.

Un importante risultato ottenuto –dichiara Mirabella- grazie all’impegno dei volontari, degli operatori, e soprattutto alla collaborazione dei cittadini”.

L’amministratore locale sottolinea il “bel balzo in avanti compiuto nella differenziata in città, tenendo conto che nel 2020 eravamo partiti dal 25%”.

Il servizio di raccolta porta a porta –prosegue Mirabella- si è dimostrato un sistema che responsabilizza ciascuno di noi, consente di migliorare la quantità/qualità dei rifiuti differenziati e di ottenere importanti benefici per l’ambiente, che è l’obiettivo primario della nostra amministrazione”.

La maggior parte dei sciclitani ha risposto bene a questa nuova sfida. Con l’eliminazione dei cassonetti –afferma l’assessore all’Ecolgoia- sono diminuiti anche le quantità di rifiuti che dovevano essere smaltiti in piattaforme autorizzate, come materiale edile, sfalci e avanzi delle produzioni serricole”.

Superato il 70% di differenziata, la priorità a palazzo di città è mantenere alta la percentuale, cercando di migliorarla ulteriormente. Per farlo Mirabella punta a ridurre i volumi del rifiuto indifferenziato del venerdì.

Di pari passo, l’assessore comunale all’Ecologia porta avanti imperterrito la lotta contro l’abbandono illecito dei rifiuti. Qualche giorno fa Mirabella si è sfogato contro chi sporca il territorio e inquina l’ambiente.

Spazzatura ovunque, dal centro storico alle periferie, dalle campagne alle spiagge? Mi assumo la mia responsabilità, sicuramente c’è qualcosa che non ha funzionato. Ma a tutto c’è un limite. Non possiamo più tollerare l’inciviltà di pochi che denigrano una comunità intera”, ha scritto Mirabella.

La cattiva abitudine, fortunatamente di pochi, di lasciare, dove capita prima, rifiuti di ogni tipo –prosegue l’assessore- rappresenta una mancanza di rispetto verso tutti i cittadini e nei confronti di chi viene a visitare la nostra città. Bisogna dire basta!”.

Mirabella aggiunge: “Questa battaglia non è solo la mia, è la battaglia di gente coraggiosa  che vuole cambiare in meglio la nostra società, partendo dal rispetto per l’ambiente. Abbiamo bisogno che la parte migliore di questa città si attivi per la tutela del territorio in cui viviamo, denunciando gli incivili. Non bisogna avere né paura né voltarsi dall’altra parte, facendo finta di non vedere”.

L’assessore comunale all’Ecologia ha annunciato una nuova stretta contro l’abbandono illecito dei rifiuti sul territorio. “Useremo tutti i mezzi a nostra disposizione per individuare e sanzionare i responsabili. Contrasteremo questo fenomeno con appostamenti e l’impiego di foto trappole e di telecamere mobili. Ricorreremo anche ai tribunali e ai fermi amministrativi dei mezzi. Questa storia –conclude Mirabella- deve finire”.